sabato 28 gennaio 2017

Le più belle frasi di Orgoglio e pregiudizio

Cari lettori, ieri ho comprato un'altra copia di orgoglio e pregiudizio edita dalla Rizzoli. Ha una copertina rigida bianca, con sopra stampate delle teiere e delle tazze molto british ed infine ha un segnalibro (un cordoncino bianco) al suo interno. Non vedevo l'ora di mostrarvela, ma non sapevo che lo avrei fatto molto presto. Infatti, oggi 28 Gennaio 2017 Orgoglio e Pregiudizio compie 204 anni! Per festeggiare questo nuovo traguardo del mio romanzo preferito, ho deciso di raccogliere in questo post le frasi più celebri e più belle che esso contiene. Pronti? Eccole:



"È una verità universalmente riconosciuta che uno scapolo provvisto di un ingente patrimonio debba essere in cerca di moglie.
Per quanto al suo primo apparire nel vicinato si sappia ben poco dei sentimenti e delle opinioni di quest'uomo, tale verità è così radicata nella mente delle famiglie dei dintorni, da considerarlo legittima proprietà dell'una o dell'altra delle loro figlie".



"Non è proprio l'indifferenza verso il resto del mondo l'essenza del vero amore?"  





"Poche sono le persone che amo veramente e ancora meno quelle che stimo. Più conosco il mondo e più rimango insoddisfatta; e ogni giorno che passa conferma la mia opinione sull'inconsistenza del carattere umano e sul poco affidamento che si può fare su quel che sembra merito e intelligenza".


"Non vi è piacere uguale a quello della lettura. Tutte le cose vengono a noia; un libro no".

"L'immaginazione di una donna corre sempre: dall'ammirazione passa all'amore, dall'amore al matrimonio, tutto d'un salto".



"Quand'è cominciato?” domandò. “Posso ben capire che, una volta nato, il sentimento abbia preso facilmente piede: ma che cosa ti ha fatto innamorare inizialmente?”
Non saprei dire l'ora, il luogo, lo sguardo o le parole che segnarono l'inizio: accadde tutto troppo tempo fa. Comunque, mi ci trovai nel mezzo prima di sapere come fosse cominciato".


"Solo il vero amore mi condurrà all'altare, ragion per cui rimarrò zitella".

"Devi imparare un po’ della mia filosofia: del passato bisogna ricordare solo quello che ci dà gioia".



"Ho lottato invano, non c'è rimedio. Non sono in grado di reprimere i miei sentimenti, lasciate che vi dica con quanto ardore vi ami e vi ammiri".

"L'orgoglio è un difetto assai comune. Da tutto quello che ho letto, sono convinta che è assai frequente; che la natura umana vi è facilmente incline e che sono pochi quelli che tra noi non provano un certo compiacimento a proposito di qualche qualità - reale o immaginaria - che suppongono di possedere. Vanità e orgoglio sono ben diversi tra loro, anche se queste due parole vengono spesso usate nello stesso senso. Una persona può essere orgogliosa senza essere vana. L'orgoglio si riferisce soprattutto a quello che pensiamo di noi stessi; la vanità a ciò che vorremmo che gli altri pensassero di noi".

"Si struggeva dal desiderio di sapere cosa si agitasse in quel momento nell'animo di lui, in che modo egli pensasse a lei e se, ad onta di tutto, gli fosse ancora cara. Forse era stato gentile perché si sentiva a suo agio, eppure c'era stato quel non so che nella sua voce che non somigliava ad un senso di agio. Non avrebbe saputo dire se, vendendola, egli avesse provato più una gioia o più un dolore, ma quel ch'era certo era che non l'aveva veduta con animo indifferente".

"Così si sentiva umiliata  e afflitta e piena di rimorsi, pur non sapendo precisamente neanche lei per cosa. Cominciava a desiderare la stima di lui, ora che non ci poteva più sperare: avrebbe voluto avere sue notizie, ora che non c'era più probabilità di averne. Ebbe la certezza che con lui sarebbe stata felice, ora che non era più probabile che si incontrassero".



Ecco le mie citazioni preferite tratte da questo romanzo. Sono curiosa di sapere quali sono le vostre! Se vi fa piacere potete lasciarmele nei commenti. Un bacione dalla vostra contessa!

6 commenti:

  1. E niente, amo questo post. ♥

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oh grazie, sei un tesoro <3
      Dovremmo proporre una lettura di gruppo di O&P, tutte noi blogger lo amiamo!

      Elimina
  2. Ma che bellezza questo post Annamaria!
    Auguri a uno stupendo capolavoro di Jane Austen! Amo tutte le citazioni e niente non saprei scegliere quale è la più bella

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille Susy! Dopo aver letto questo post, mi viene ancora piú voglia di rileggerlo. Un bacione :*

      Elimina
  3. Ciao, adoro questo romanzo e dopo aver letto il tuo post ho un'irresistibile voglia di rileggerlo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Emili anche a me dopo aver scritto questo post è venuta una grande voglia di rileggere per la millesima volta questo romanzo!

      Elimina