lunedì 27 febbraio 2017

Nord e Sud di Elizabeth Gaskell

Buongiorno e buon inizio settimana cari amici del blog. Oggi vi parlerò di un romanzo che ho sempre voluto leggere, ma che non sono mai riuscita a reperire. Fortunatamente mio "cognato" per Natale ha deciso di regalarmelo e dopo un lunga epopea (il libro è stato ordinato a dicembre, ma è arrivato a febbraio) finalmente è giunto tra le mie mani. Qual è il titolo del romanzo in questione? Nord e sud di Elizabeth Gaskell, edito solo dalla casa editrice indipendente Jo March. Ecco la scheda.




Titolo: Nord e Sud
Titolo originale: North and South
Autore: Elizabeth Gaskell
Anno di pubblicazione: 1855
Editore: Jo March
Pagine: 476
Prezzo: € 15,00
Citazione preferita: "Aveva capito cos'era l'amore: un acuto dolore, un'esperienza atroce, in mezzo alle fiamme del quale era costretto a dimenarsi! Ma avrebbe attraversato quella fornace lottando e avrebbe raggiunto la serenità della mezza età, molto più ricco e umano per aver sperimentato quella smisurata passione".

Sinossi: Margaret Hale, trasferitasi da Helstone, fiabesco villaggio del sud, a Milton, popolosa città manifatturiera del nord, si trova bruscamente immessa nel mondo nuovo ed irriconoscibile dell'industrializzazione. La famiglia Hale con i suoi valori è completamente estranea alla frenetica vita del centro industriale in piena espansione, alla nascente lotta tra padroni e operai, all'inquinamento e al degrado sociale. Margaret stringerà subito amicizia con Bessy Higgins, una ragazza che si è ammalata per le pessime condizioni di lavoro in fabbrica e con il padre Nicholas, sindacalista impegnato attivamente nel movimento operaio. Subito complesso si rivela, invece, il rapporto con il signor Thornton , allievo del signor Hale e padrone di uno dei più importanti cotonifici di Milton: Margaret è combattuta tra l'ammirazione per quest'uomo che si è fatto da solo contando solo sulle proprie capacità e l'ostilità per l'industriale, che a suo giudizio è responsabile delle misere condizioni di vita dei suoi operai.




Devo essere sincera con  voi, ero tanto incuriosita da questo romanzo e dalla Gaskell in generale perché molte persone mi avevano detto che questa autrice è la degna erede di Jane Austen e che Nord e Sud presenta molti punti in comune con Orgoglio e Pregiudizio. Io, però, non sono dello stesso parere. La Gaskell scrive in un periodo completamente differente da quello di zia Jane, sconvolto e trasformato dalla rivoluzione industriale, così i temi che tratta sono davvero tutt'altro che paragonabili a quelli della Austen. Infatti, mentre le eroine presenti nel romanzo di quest'ultima affrontano soprattutto sofferenze amorose e si scontrano tutt'al più con i giudizi della gente, Margaret Hale deve, invece, scontrarsi con il cambiamento totale della sua vita. Andrà a vivere al Nord, si imbatterà nella povertà più assoluta e dovrà avere rapporti con un uomo potente, gentile, ma che lei giudicherà quasi sempre in modo negativo. La protagonista di Nord e Sud, secondo il mio parere, è un eroina a tutti gli effetti, perché anche se la sua esistenza sarà sconvolta da eventi drammatici, lei quando sembra che tutto le stia crollando addosso, sa rialzarsi e riesce a tornare a vivere.

L'unico punto in comune che riesco a trovare tra Nord e Sud e Orgoglio e Pregiudizio, è il rapporto  tra Margaret e il signor Thornton che somiglia vagamente a quello tra Lizzie e Mr Darcy. Margaret ritiene che Thornton sia un uomo da stimare perché è riuscito a crearsi una posizione partendo da zero solo con le proprie forze, ma lo disprezza perché crede che non tratti al meglio i suoi operai, così sarà sempre portata ad avere pregiudizi su di lui, proprio come Lizzie nei confronti di Darcy. Ed anche qui troviamo una dichiarazione d'amore e una proposta di matrimonio non corrisposta, che anche se non ho trovato struggente e glaciale come quella di Darcy, mi è molto piaciuta, perché nonostante abbia ricevuto un NO come risposta, Mr Thornton ritiene che quella esperienza gli sia servita e che non smetterà comunque mai di amare una donna come la signorina Hale.


"... Essere amata da me sembra essere per voi come un'onta. Non potete evitarlo. Anche se lo volessi, non potrei togliervi quell'onta, e non lo farei neanche se potessi. Non ho mai amato una donna prima: la mia vita è stata troppo impegnata, la mente troppo assorta in altri pensieri. Ora amo e amerò. Ma non abbiate paura, non lo mostrerò apertamente".


Nord e Sud è poi un romanzo attualissimo, perché ci parla di una famiglia che da un fiabesco paese di campagna del sud, si trasferisce nella fumosa e industriale città di Milton, dove l'aria che si respira è molto diversa e dannosa da quella tiepida e pura del sud. Anche se qui il trasferimento è dovuto ai dubbi religiosi ed esistenziali del sgnor Hale che decide di svestire i panni di parroco per indossare quelli di un docente, questa storia mi ha fatto molto pensare a noi giovani (e non solo) che dal sud molto spesso ci spostiamo al nord per lavorare, ed anche se qui troviamo tantissimi vantaggi, sentiremo sempre la mancanza del nostro paese natio e dei nostri cari. Questa è una mia piccola riflessione, a cui non tutti quelli che leggono il romanzo pensano, ma credo che sia anche il motivo per cui ho amato tantissimo Nord e Sud e leggerò sicuramente altro della Gaskell. 

Se avete deciso di leggere questo romanzo per la storia d'amore che vi è all'interno, vi prego di non faro perché essa costituisce solo la millesima parte di quello che l'autrice ha da raccontarvi. Aprite la vostra mente, siate pronti a riflettere sul più piccolo dettaglio che la Gaskell vi proporrà. Ecco questo è il modo giusto per approcciarsi a Nord e Sud, a cui io attribuisco ben 4 penne.






Un bacio dalla vostra contessa e alla prossima!

7 commenti:

  1. Negli ultimi mesi sono stata molto incuriosita da questo libro proprio perché anche io avevo letto dei paragoni con Jane Austen e la tua recensione mi è piaciuta davvero tanto - cercherò di recuperarlo presto! :)
    Ammetto che è complice anche il fatto che ho visto le foto di Richard Armitage nei panni del protagonista. xD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao ALice! Mi fa piacere di averti convinta a leggerlo, sono certa che ti piacerà :) Con il tuo commento mi hai fatto ricordare che stasera devo assolutamente guardare la miniserie ispirata al romanzo. Meno male che su Netflix c'è XD

      Elimina
  2. Romanzo molto molto interessante!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si, Sara lo è davvero. Posso assicurartelo :)

      Elimina
  3. A me è piaciuto molto questo libro e mi fa piacere che l'hai apprezzato anche tu. Se non l'hai visto ti consiglio anche la miniserie fatta benissimo e che ho adorato molto.
    Mr Thornton assomiglia un pò al nostro Mr Darcy anche se lui ha qualcosa di unico e Margaret è una protagonista che mi piace

    RispondiElimina
  4. Susy, mi sono già prefissata di vedere questa miniserie. Spero tanto che mi piaccia quanto il libro :)

    RispondiElimina
  5. Ciao, stavo cercando notizio sul libro “nord e sud” perché nel mio blog è uno dei post più letti, così curiosando qua e la, per puro caso sono entrata nel tuo. Hai ragione, per gli argomenti trattati è un libro attualissimo e consiglio la lettura a tutti, e voglio sottolineare che grazie alla casa editrice Jo March ho scoperto il libro ed Elizabeth Gaskell. Ho letto altri tuoi post e li ho trovati interessanti, per questo motivo mi sono unita tra i tuoi follower. Se ti fa piacere puoi venire a trovarmi nel mio blog “il taccuino delle voci”. A presto con i tuoi nuovi post.

    RispondiElimina